IMPIANTIZIGOMATICI

Impianti Zigomatici portale di riferimento specialistico nelle soluzioni chirurgiche fisse per pazienti con gravi o gravissime atrofie del mascellare superiore e mandibole.

Post Recenti
impianti zigomatici

Impianti Zigomatici Parma

[Impianti Zigomatici PARMA]

Sappiamo che sei un paziente con poco osso e sappiamo che non siamo esattamente nella tua città. ma ci teniamo ugualmente a farti giungere queste importanti informazioni, per le persone atrofiche, che possano entrare a conoscenza, delle nostre tecniche, sia alternativa ai 4 impianti zigomatici, con la tecnica del Galileus Cerclage Sinus®, sia variata, con la tecnica del PterigoZigomatico che prevede soli due zigomatici frontali e due pterigoidei nella zona posteriore del mascellare.

La Classica tecnica dell’implantologia zigomatica chiamata QUAD che prevede 4 impianti zigomatici solo frontali, le persone pensano, che in tutti i luoghi la tecnica dell’implantologia zigomatica sia Uguale.

Niente di più sbagliato, presso il nostro centro puoi trovare alternative e varianti, approfondici, per comprendere meglio quali vantaggi potreste perdervi, non conoscendo le ulteriori possibilità, siccome questi interventi, sono complessi e durano poi per tutta la vita, fare la scelta giusta risulta imperativo.

Se sei un pazienti con una grave atrofia del mascellare superiore, hai cercato [IMPIANTI ZIGOMATICI PARMA] Sei giunto sino alla nostra pagina per un motivo:

Devi sapere che oggi esiste una soluzione, per la grave atrofia del mascellare, ma quasi nessuno, ne comprende la tecnica variante e gli enormi benefici, che offre, sottoponendosi ad essa.

Non tutte le implantologia zigomatiche sono uguali, in effetti, se prendiamo l’implantologia classica QUAD con 4 zigomatici frontali, che viene realizzata dal 99%100 degli studi odontoiatrici in Italia è una tecnica, che offre l’opportunità di tornare a possedere una masticazione fissa, con 4 impianti solo nella zona frontale del mascellare, in questa tecnica non sono previsti ulteriori impianti dentali nella zona posteriore del mascellare per sorreggere la protesi dentale fissa, proprio nelle zona strategiche dei molari durante la masticazione.

Oggi presso il nostro centro super specialistico di Padova, adottiamo l’alternativa, una tecnica variante, che prevede soli due zigomatici frontali e due impianti pterigoidei nella zona del posteriore estremo molare, per sorreggere la protesi dentale anche in quel punto durante la masticazione.

 

Con la nostra tecnica variata PterigoZigomatica, puoi ottenere molti benefici:

Confrontandola con la tecnica Zigomatica QUAD, con la tecnica del PterigoZigomatico, possiamo beneficiare di:

 

    • 1 Ottiam stabilità primaria, con anche due impianti nella zona posteriore molare del mascellare, mente al contrario con la tecnica del QUAD solo 4 impianti zigomatici che tendono tutti verso la metà frontale del mascellare.
    • 2 Ottima distribusione dei carichi sulla protesi dentale, disponendo in questo caso degli appoggi anche posteriori estremi oltre che frontali
    • 3 Confort nella masticazione, disponendo con la tecnica del PterigoZigomatico di una protesi circolare di ben 14 denti
    • 4 Ottima estetica, disponendo di denti sino infondo alla zona molare posteriore e non dovendo coprire con una grande falsa gengiva ben 4 impianti zigomatici che fuoriescono dalla gengiva frontale.

Quanto è grande l’osso di ancoraggio dello Zigomatico?

La porzione di osso zigomatico interessato all’ancoraggio degli impianti zigomatici, nonostante le apparense è davvero poco e concentrato, la zona dell’ancoraggio per i pazienti maschi è di 17 mm circa per la femmina circa 14 mm, per questo motivo, noi optiamo per l’esecuzione della nostra tecnica del PterigoZigomatico, che prevede soli 2 impianti zigomatici per ogni zigomo, in questo modo, tutta la zona non tanto estesa dello zigomatico sarà a disposizione per un solo impianto zigomatico.

Tecnica Zigomatica del QUAD con inserimento 4 impianti dentali zigomatici frontali

Tecnica PterigoZigomatico 2 Zigomatici frontali 2 Pterigoidei posteriori

Come puoi vedere nell’immagine alla tua sinistra, notiamo lo stesso teschio che ci mostra il palato in questo modo, pussiamo visualizzare orientativamente la zona e posizione di stazionamento e fuoriuscita nel mascellare dei 4 impianti zigomatici solo frontali. In questa immagine risulta molto chiaro vedere esattamente dove vengono inseriti i 4 impianti zigomatici nella tecnica QUAD in effetti vediamo che i monconi degli impianti per sorreggere una protesi dentale fissa risultano orientati tutti e 4 gli impianti zigomatici verso la zona frontale del mascellare superiore.

Come puoi vedere nell’immagine alla nostra destra, che raffigura un teschio che ci mostra il palato, con la tecnica del PterigoZigomatico possiamo vedere orientativamente i punti di stazionamento della fuoriuscita degli impianti dentali e la conseguente distribuzione e bilanciamento degli stessi, che risultano molto ben distribuiti e bilanciati per sorreggere una protesi dentale fissa. Due Impianti Zigomatici nella zona frontale, due impianti pterigoidei, nella zona posteriore del mascellare superiore. Questa tecnica offre una protesi su misura circolare con 14 denti

Protesi e distribuzione impianti Quad 4 zigomatici frontali

Protesi e distribuzione impianti nostra tecnica PterigoZigomatica

Come posso prendere un appuntamento con voi?

Buon giorno, risulta semplicissimo prenotare un appuntamento con noi basta chiamarci al 388 7527525 per prenotare una prima visita senza impegno, con il Prof. Roberto Conte.

Dopo la visita, di cosa vengo informata?

Eseguiti tutti gli accertamente radiologici e visita con il Prof. Roberto Conte, verrai a conoscenza di tutte le informazioni utili, per poter prendere successivamente una decisione in piena autonomia.

Per prima cosa la paziente viene informata delle condizioni di severità o meno della propria atrofia del mascellare o della mandibole, successivamente il medico in base alle condizioni di mancanza d’osso le proporrà la tecnica di chirurgia implantare più indicata nella soluzione del proprio caso clinico, la stessa verra immediatamente informata, se potrà sottoporsi ad intervento con carico immediato o ritardato, le informazioni sulla tipologia di protesi dentale che otterrà sia in fase immediata o ritardate e se la stessa presenta o meno una porzione di falsa gengiva, in fine se i denti verranno realizzati in composito o in ceramica.

Al termine della visita la paziente verrà informata sui rischi che tale procedura implica, sui tempi di cura, sui costi dell’intervento.

Quanto tempo ci vuole per operarmi?

Se il paziente dopo la visita e le informazioni ottenute decide di operarsi presso il nostro centro specialistico, nella stessa seduta si procede nel reperire i calchi della dentatura le impronte serviranno per la realizzazione immediata di due tipologie di protesi provvisorie, sia eventualmente fissa, sia removibile, questo serve per il giorno dell’intervento quando sarà concordato immediatamente all’inserimento degli impianti dentali verrà montata la protesi o fissa provvisoria o provvisoria removibile.

Al termine viene programmata la data dell’intervento

Cosa succede durante la prima visita?

Durante la prima visita con il Prof. Roberto Conte si procede alla conoscenza, si scambiano due chiacchiere, per conoscere la sua stroria, successivamente si esegue una panoramica ed una tac per verificare le condizioni attuali dell’atrofia.

Se un paziente è fobico come si interviene?

Se il paziente è fobico e desidera una sedazione cosciente endovenosa, il giorno dell’intervento troverà un medico anestesista, che si occuperà dopo l’apertura di una cartella clinica di somministrare i farmaci endovenosi, per sedare il paziente per tutto il tempo dell’intervento, minitorandolo costantemente sino al momento del termine dello stesso.

Quando si decide la data dell'intervento?

Si decide in fase di programmazione data dell’intervento, verrà data una informativa con tutti i dati per eseguire due tre giorni prima dell’intervento un bonifico con una parte consistente del prezzo, la restante somma verrà pagata all’ottenimento delle protesi dentali fisse definitive.

Quanto dura l'intervento?

L’intervento di implantologia pterigozigomatica dura 2 ore circa.

Che tipologia di tecnica zigomatica usate?

Presso il nostro centro super specializzato, nelle soluzioni fisse del mascellare superiore, la tecnica zigomatica che eseguiamo è un’alternativa, una variante utilizzata espressamente e messa appunto in 40 anni di esperienza dal Prof. Roberto Conte questa tecnica è la PterigoZigomatica e si differenzia dalla QUAD con 4 zigomatici solo frontali, sia nel numero degli impianti zigomatici e le zone di inserimento.

Quali vataggi porta la vostra tecnica pterigozigomatica rispetto alla classica tecnica QUAD con 4 zigomatici frontali?

La nostra tecnica del pterigozigomatico, si differenzia dalla tecnica QUAD, perchè con la nostra tecnica si ottengono innumerevoli benefici.

La nostra tecnica viene eseguita inserendo solo due zigomatici nella zona frontale uno per ogni zigomo, questo serve per evitare di sollecitare troppo l’osso dello zigomo, che nonostante tutti pensino sia un osso grande, risulta di soli 17 mm per l’inserimento dell’ancoraggio per l’impianto per gli uomini e 14 mm per l’ancoraggio delle donne.

Nella zona posteriore la nostra tecnica prevede gli impianti pterigoidei per sostenere la stabilità durante la masticazione della protesi anche in questo punto a differenza del QUAD che ne prevede solo 4 molto frontali.

Questa chirurgia offre una migliore distribuzione su tutto l’arco del mascellare per un ottima masticazione, bilanciamento, con supporto sia frontale che posteriore, una protesi di 14 denti e dal punto estetico, molto migliore non dovendo aggiungere una grossa falsa gengiva come la tecnica quad per nascondere e occultare i 4 impianti zigomatici che fuoriescono dalla gengiva frontale.

Quando terminerè l'intervento con la protesi fissa definitiva?

Passati circa 6 mesi dopo l’intervento, si viene a fare una visita di controllo, una panoramica e una tac per visionare la guarigione e l’osteointegrazione degli impianti, che se saranno guariti e ben osteointegrati, si partirà con circa 3 appuntamenti per espletare tutte le fasi di realizzazione delle varie prove per la protesi entale fissa definitiva in ceramica.

Al termine di questi 3 appuntamenti, che saranno fissati a scadenza di ognuno ogni 15 giorni, si termina l’iter e l’intervento di implantologia pterigozigomatico presso il nostro centro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: