IMPIANTIZIGOMATICI

Impianti Zigomatici portale di riferimento specialistico nelle soluzioni chirurgiche fisse per pazienti con gravi o gravissime atrofie del mascellare superiore e mandibole.

Post Recenti
impianti zigomatici

Impianti zigomatici complicanze

[IMPIANTI ZIGOMATICI COMPLICANZE]

Approfondiamo in questa sezione del portale un aspetto importantissimo, quando si parla di intervento chirurgico con impianti zigomatici.

Cose da tener ammente e sempre in primo piano per il medico, che dovrà sottoporrw il paziente ad intervento di chirurgia implantare con inserimento di ben 4 impianti zigomatici sono:

1 Cavità Orbitaria

2 Fossa Temporale

3 Fossa Infro-Temporale

4 Fossa Pterigo-Palatina

5 Cavità Orale

6 Cavità Nasale

Quando si pratica questa tipologia di intervento chirurgico, le zone da tenere strettamente monitorate, come vedete nella lista che precede, sono diverse, non ci si può assolutamente improvvisare, chirurghi di implantologia zigomatica, se non si possiedono, tutte le informazioni utile ed inerenti, alla specificità anatomica che ogni buon medico, deve avere seguito con prestanza ed attenzione.

La collocazione topografica anatomica deve essere ben stampata nella mente di ogni medico, quando intraprende la chirurgia, deve conoscere ogni centimetro di anatomia, che via via deve sezionare, per giungere al termine dell’intervento di implantologia zigomatica.

Partiamo dalla Cavità Orbitaria:

Lo studio approfondito in anatomia umana con dissezione su cadavere, risulta importantissimo e basilare, queste informazioni portano il chirurgo ad uno stadio superiore, tramite la dissezione, noi possiamo vedere ed approfondire nella realtà tutti quegli aspetti ed informazioni, che altrimenti ci verrebbero preclusi, al contrario con questa tipologia di pratica viva, possiamo approfondire tutti gli aspetti umani ed anatomici che compongono il corpo umano, vedere, sezionare, approfondire, sperimentare e fare pratica di taglio, inserimento, misurazioni, triangolazioni suture, visualizzare topograficamente le zone di nervi, vene, arterie e zone sensibili.

Tutti questi aspetti, ci offrono l’opportunità di provare e riprovare, sino a giungere ad accquisire una tale padronanza di movimento chirurgico, che successivamente viene sincronizzato mano cervello.

L’enorme quantità di tempo e studio nell’approfondire zone anatomiche, e come intervenire, ci offre l’opportunità di saper gestire qualsiasi evenienza dovesse comparire, queste informazioni, eviteranno, la possibilità che l’impianto zigomatico, possa erroneamente entrare nella cavità orbitale dell dell’occhio umano.

La penetrazione dell’impianto zigomatico nella cavità orbitaria risulta la complicanza con maggior danno, che possa capitare durante un intervento di implantologia zigomatica con l’inserimento di 4 impianti zigomatici.

La cavità si presenta con una fessura orbitaria superiore, attraversata da ben 4 nervi molto importanti per il corpo umano e le proprie funzioni vitali, come:

 

  • 1 (3) Nervo del Loculomotore
  • 2 (4) Nervo Trocleare
  • 3 (5) Nervo Abducente
  • 4 (6)  Nervo Trigemino

Infine dal Forame Ottico passa il Nervo Ottico

Come vedete alla nostra sinistra potrete visionare un immagine che rappresenta il foro infraorbitario, al disotto dell’arcata orbitaria durante le fasi dello scollamento per un intervento di implantologia zigomatica  per evitare la sua eventuale lesione. Questa zona topografica anatomica, viene immediatamente individuata dal chirurgo, per essere messa in sicurezza e ottenere la tranquillità, che ci premette successivamente di portare a compimento l’intervento con maggior tranquillità.

Anastesia su pomesso zigomatico:

Direttamente nel foro infraorbitario, questa anestesia direttamente sul nervo, ci permette di ottenere una valida e duratura sedazione di tutta la zona interessata dalla chirurgia.

Questa procedura per chirurghi esperti, viene praticata per permettere l’intervento chirurgico di implantologia zigomatica che prevede l’inserimento di 4 impianti zigomatici direttamente in ambulatorio, evitando la sala chirurgica.

Impianti Zigomatici complicanze fossa temporale:

La fossa temporale, la fossa temporale, negli interventi di impianti zigomatici.

La forma della fossa temporale ricorda un ventaglio, muscolo irrorato dalle arterie profonde, questo grande muscolo è ricoperto dalla bolla del Bichat altrimenti detta pallottola, è il nome con cui viene chiamato il tessuto adiposo contenuto nella guancia, tra il muscolo massetere (lateralmente) ed il muscolo buccinatore (medialmente).

Risulta estrememente importante conoscere la zona topografica di questa bolla nell’eventualità venga operato un paziente con caratteristiche anatomiche con caratteristiche dolicocefalo con biotipo gengivale sottile, risulta utile per coprire gli impianti zigomatici in un inserimento extra sinusale, questa procedura viene adottata per ricoprire il corpo degli impianti zigomatici, per aumentarne il volume con materiale gengivale, per occultarne la presenza sia visiva, che al tatto di un eventuale investigazione oppure dal paziente stesso.

Impianti Zigomatici Complicanze La fossa infratemporale

Questa zona anatomica topografica risulta anchessa estremamente importante ai fini del successo dell’intervento chirurgico di impianti zigomatici, in effetti il suo interno viene attraversato dall’arteria mascellare interna dove risulta presente il plesso Pterigoideo.

In questa porzione di osso, la fossa infratemporale in oltre è attraversata anche dal nervo mandibolare, che emerge dal forma ovale

La fossa pterigo-palatina contiene rami di divisione del nervo mascellare, il gaglio pterigo-palatino o sfeno-palatino di Meckel e l’arteria mascellare interna.

Queste zone con rami di divisione risultano molto importanti e si dovranno mettere in campo tutte le strategie utili ad evitare una lesione accidentale, vista la gravità che questa se anche nell’eventualità doverre realizzarsi anche parziale avrebbe.

In questa immagine realizzata dal Prof. Roberto Conte durante una sezione di anatomia e dissezione su cadavere all’università di Lione dove insegna il Prof. Conte insegna, puoi visionare la zona pterigopalatina, dove viene isolata l’arteria mascellare al suo interno.

Con quest’ultima esposizione, chiudiamo la sezione del portale di impianti zigomatici dedicata esclusimamente all’approfondimento di innumerevoli aspetti, che corcondano gli interventi chirurgici dell’impianto zigomatico.

Questo portale viene realizzato con l’intento e lo scopo, di far giungere più informazioni possibile ai tantissimi pazienti,che in questo periodo stanno pensando a sottoporsi all’intervento con gli impianti zigomatici, risulta molto importante far comprendere al paziente, che questa tipologia di intervento non è simile ad una qualsiasi implantologia dentale ma l’intervento di implantologia zigomatica, durante l’esecuzione della stessa, incontra zone anatomiche molto importanti e sensibile, per questa ragione, una volta decisi a sottoporci a questa tecnica chirurgica risulta imperativo affidarsi solo ed esclusivamente a personale medico di lungo corso con tanta esperienza.

Ne và della nostra salute in primis e secondariamente se desideriamo tornare a sorridere e masticare dobbiamo affidarci a medici che conoscono questi interventi che li eseguoni settimanalmente e che portino i casi clinici intrapresi al successo fisso definitivo, con la piena soddisfazione del paziente operato.

L’allontanarsi da questi consiglio, potrebbero farci finire in brutte esperienze o peggio in situazioni molto gravi.

Per questo motivo, affidiamoci solo ed esclusivamente a medici capaci e conosciuti, che possano dimostrare, documentare e poter far visionare i propri casi clinici, gestiti e portati al successo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: